Letto intelligente di Ford

Letto intelligente di Ford

Nuovo sviluppo

Nonostante il fatto che la direzione principale del lavoro di Ford sia quella delle automobili, a volte l’azienda presenta nuovi prodotti in segmenti completamente diversi. In particolare, in precedenza ha mostrato una culla che è in grado di simulare le vibrazioni e il rumore della guida dell’auto – aiuta i bambini a dormire.

E qui l’azienda ha mostrato un ulteriore sviluppo – anche un letto, ma già per adulti. Con il suo aiuto è possibile risolvere un problema quando una persona da coppia in un sogno occupa una parte della metà di un letto di un altro e impedisce che questo si addormenti.

I commenti di Neal Stanley

Secondo Neil Stanley, a volte il problema diventa così acuto che le coppie si disgregano a causa di questo. Neil dice che nei loro sogni le persone sono così vulnerabili che possono svegliarsi ogni volta che qualcuno le tocca. Naturalmente, il costante risveglio non contribuisce in alcun modo al riposo, facendo sentire la persona stanca fin dal mattino.

Inoltre, la luce può essere la causa del cattivo sonno, quindi è molto importante controllare l’illuminazione della casa di notte.

Letto

Dopo essersi consultato con Neil Stanley, Ford ha deciso di lavorare sul problema. Hanno avuto l’idea di utilizzare la tecnologia automobilistica in un letto normale. Non è un segreto che tra le opzioni dell’auto c’è un assistente per la manutenzione della corsia che gira il volante quando le ruote si avvicinano alla corsia. Lo stesso principio viene applicato al lavoro del letto.

Il design prevede un nastro trasportatore su cui è posizionato il materasso. È progettato per spostare la superficie morbida di lato se una traversa inizia a prendere il lato dell’altra. A tal fine l’azienda ha applicato speciali indicatori di pressione. E se uno dei partner prende il lato dell’altro, il letto stesso sposta il suo corpo nella sua metà, senza battere nessuno. Finora, questo letto non è una produzione in serie – esiste solo come concetto. Inoltre, non ci sono dati sulla probabilità della sua comparsa sul mercato. Non è chiaro inoltre se il letto richieda materassi speciali o se si possa fare con quelli ordinari. Inoltre, c’è la questione del cuscino, perché muovendo la testa gli scivolerà via.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Enter Captcha Here : *

Reload Image